Si avvicina il Salone del Mobile 2024 di Milano: programmi, personaggi, novità

Un nuovo layout elaborato con l’aiuto dell’intelligenza artificiale e delle neuroscienze, la presenza diffusa di proposte culturali, momenti di approfondimento e un’installazione curata dal regista David Lynch. La fiera del design milanese si prepara a sorprendere

La parola chiave della 62esima edizione del Salone del Mobile appena presentata a Milano sarà “evoluzione”. Un termine che indica la branca della scienza inaugurata da Charles Darwin (abbiamo visto un suo avatar vagare, un po’ spaesato, sul palco del Piccolo Teatro in compagnia di un panda gigante in apertura della conferenza stampa), ma anche, e soprattutto, la capacità trasversale a diversi ambiti disciplinari di ripensarsi, compiendo una serie di aggiustamenti, per adattarsi al cambiare dei tempi senza perdere di vista la tradizione. “Lo choc della pandemia ci ha spinti a trovare nuove strade”, ha spiegato la presidente Maria Porro. “È stato per tutti una grande presa di coscienza: del valore del progetto, della capacità delle nostre aziende di attrarre un pubblico internazionale, ma anche per il Salone come organizzatore di eventi perché con l’esperienza del Supersalone abbiamo capito che potevamo modificare il format anticipando le esigenze, i bisogni e i desideri della società”.

https://www.artribune.com/progettazione/design/2024/02/salone-del-mobile-2024-milano/